Ti trovi qui:

Home

Dario Candela

Dario Candela

Allievo di Aldo Ciccolini, che lo ha definito pianista eccellente, di alta classe, convincente, brillante, impressionante, l’unico a cui il grande maestro ha consegnato la sua eredità in forma di un appassionante libro edito da Curci. “ Conversazioni con Aldo Ciccolini”. Dario Candela ha maturato, anche dietro la guida di Sergio Fiorentino e Fausto Zadra, una conoscenza del pianoforte basata sulla grande tradizione napoletana. Sandro Cappelletto ha scritto di lui: Candela, sfruttando con eleganza, mai in modo gradasso e vanitoso, le risorse timbriche e dinamiche del suo strumento, il pianoforte, sceglie la strada di una sprezzatura gentile e riesce a costruire un incanto. Suona da solista e in varie formazioni cameristiche collaborando in decine di concerti con i Virtuosi Italiani, i Solisti del San Carlo, Rocco Filippini, Alain Meunier, Antony Pay, Francesco Manara, Luca Signorini, Rita Marcotulli, Eric Porche, Martin Steigner, Hans Udo Heinzmann e inoltre con Aldo Ciccolini, Bruno Canino e Roberto De Simone, in sedi e enti come il Teatro La Fenice di Venezia, Teatro Mercadante di Napoli, Teatro de la Commedie Francaise di Parigi, Teatro delle Erbe di Milano, Università Bocconi di Milano, Accademia Filarmonica e Dams di Bologna, Teatro Studio Auditorium della musica di Roma, Ass. Scarlatti di Napoli, Società dei Concerti di Milano e dell’Aquila e all’estero: Belgio, Spagna, Grecia, Francia, Germania, Romania, Slovenia, Serbia , Svizzera, Stati Uniti. A novembre 2017 suonerà nella Salle Cortot di Parigi. Ha inciso per la Phoenix Classic, per Naxos, e per Brilliant , per Dynamic l’integrale delle Sonate di Cimarosa, considerato dalla rivista tedesca Pianonews “ meraviglioso (Schafer)” e salutato dalla critica statunitense come la prima esecuzione che restituisce alle sonate di Cimarosa il loro giusto valore “per fortuna siamo nelle migliori mani del pianista italiano, che suona queste sonate con sensibilità, gentile rubato e bel suono” ( Hastings) Ha suonato in diretta per RadioRAI 3, RAI Educational, Radio Svezia e per Radio France ed è stato invitato a partecipare ad emissioni radiofoniche per Radio Classica, Radio Rai 3 Suite, e televisive per Canale 5. Ha ottenuto 5 Primi premi in concorsi pianistici. Premier prix à l’unanimité al Conservatorio Superiore Cortot di Parigi. Ha scritto musica per teatro in Francia (Winter Afternoons -premio alla creazione dal Ministero della Cultura Francese 2001; La Legende des siecles di Victor Hugo, rappresentata al Teatro della Comédie Francaise; Le viceconsul ) e in Italia (Erotismo barocco, rappresentato nei teatri La Soffitta-Bologna, La Pergola- Firenze, Nuovo-Napoli). Le sue musiche per Emily L. sono state pubblicate dalle Editions Armiane ( Versailles). Attualmente insegna Musica da Camera al Conservatorio S.Giacomantonio di Cosenza e alterna masterclasses presso l’Accademia Pianistica Napoletana, con corsi di perfezionamento pianistico al Conservatorio Superiore di Malaga. Pubblica saggi di musicologia per le Ediz.Scient.Italiane, la LIM, la Fond. Morra, L’Università Federico II e tiene per 3 anni un corso al Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli sulla Fisiologia e Didattica pianistica scrivendo un volume sull’argomento intitolato “Il corpo e il suono” edito da Simeoli. Musicista eclettico, Dario Candela si forma a Napoli ( diploma di Pianoforte, diploma di Musica corale – Direzione di coro e diploma di Composizione) quindi in Francia ( diploma al Conservatoire Superieur A.Cortot di Parigi) e si laurea in Lettere all’Università “Federico II”, vincendo una borsa di ricerca e collaborando per progetti di ricerca musicologica. E’ Direttore della Biblioteca sul Novecento Musicale intitolata a Mario Pilati e fondatore del Centro Italiano di Musica da Camera per il quale ha organizzato diverse stagioni concertistiche di grande successo. Direttore artistico di PianoCity Napoli per quattro edizioni, nella grande kermesse, che ha avuto un seguito di 35 000 spettatori, ha ricoperto il ruolo di coordinatore della sezione classica, coinvolgendo centinaia di artisti, dai più giovani a professionisti di fama internazionale. Nel 2007 fonda Il Circolo Artistico Ensemble che si occupa di riscoprire la musica del Novecento Italiano con il quale svolge intensa attività concertistica, di ricerca e con il quale ha presentato al Teatro di San Carlo di Napoli il quintetto per pf e archi di Mario Pilati. Ha ideato e promosso il progetto TaranTODAY, volto alla diffusione delle danze del sud Italia rielaborate da compositori contemporanei che ha avuto decine di repliche in Italia e all’estero. Pasquale Iannone Segnalato come virtuoso di straordinarie capacità e pianista di raffinata sensibilità, Pasquale Iannone si è diplomato al Conservatorio ‘Piccinni’ di Bari con il massimo dei voti e la lode e al Royal College of Music di Londra con il Diploma d’Onore. Ha studiato con A. Dilecce e G. Goffredo ed ha perfezionato i suoi studi con Michele Marvulli, Aldo Ciccolini, Marisa Somma, Piero Rattalino e con Eugenio Bagnoli. Vincitore di numerosi Concorsi Nazionali, è stato premiato in prestigiosi concorsi internazionali quali il Concorso ‘A.Casella’ (Napoli 1989), ‘Carlo Zecchi’ (Roma 1991), ‘Gina Bachauer’ International Piano Competition (Salt Lake City – USA 1994), ‘New Orleans’ International Piano Competition (USA). Nel Luglio 2003, ha riportato uno straordinario successo nella ‘Web Concert Hall International Competition’ (USA), vincendo questa competizione sia come solista che nella formazione di Duo pianistico con Paola Bruni. Recentemente gli è stato conferito, con una cerimonia al Teatro dell’Opera di Roma, il Premio Internazionale ‘Foyer 2005’ per la carriera e l’alto livello delle sue esecuzioni. La sua attività concertistica lo ha portato a suonare per importanti Società Concertistiche in Italia, Sala Verdi (Milano), Teatro Petruzzelli (Bari), Teatro Massimo ‘Bellini’ (Catania), Teatro ‘Bonci’ (Cesena), USA (New York, New Orleans, Salt Lake City, Macon, Baton Rouge), Francia (Parigi – Salle Cortot, Centre Bosendorfer, Nancy), Scozia (Edinburgh Fringe Festival), Olanda (Concertgebow Recital Hall), Germania (Herford, Stuttgart), Romania, Corea del Sud (Seoul – Kumho Recital Hall) e Sud Africa (Pretoria, Johannesburgh, Cape Town). E’ stato solista con varie orchestre italiane e straniere: Orchestra Sinfonica della Provincia di Bari, Orchestra Filarmonica del Teatro Petruzzelli di Bari, Orchestra Sinfonica della Provincia di Lecce, Orchestra Filarmonica Marchigiana, Orchestra ‘A.Scarlatti’ di Napoli, Orchestra Filarmonia Veneta, Orchestra ‘Cantelli’ di Milano, Orchestra del Teatro ‘Cilea’ di Reggio Calabria, Orchestra Siunfonica dell’Aquila, Utah Symphony Orchestra (USA), New England Symphonic Ensemble (New York), Transvaal Philharmonic Orchestra, Cape Town Symphony Orchestra in Sud Africa, Nordwetdeutsche Philharmonic Orchestra (Germania), sotto la direzione di Michele Marvulli, Franco Caracciolo, Carlo Franci, Gianandrea Noseda, Reinard Schwartz, Jorge Mester, Flavio Emilio Scogna, Donald Portnoy, Ivan Meylemans, Ola Rudner. Sue esecuzioni sono state trasmesse in diretta Radio dalla RAI, dalla KBYU di Provo (Utah,USA) e dalla CLASSIC FM (Sud Africa). Per la casa discografica ‘Phoenix’ ha inciso dal vivo il 3? Concerto op. 30 di S. Rachmaninov per pianoforte e orchestra con l’Orchestra Sinfonica della Provincia di Bari e, sempre per la stessa etichetta, le Sonate op. 1 e op. 2 ed i primi due Studi di J. Brahms. L’ultimo CD con musiche di Tschaikovsky e Rachmaninov, inciso su invito della Fondazione Cini di Venezia, ha avuto entusiastici consensi dalla critica, tanto da essere segnalato da Riccardo Risaliti come il miglior disco italiano del 2000 (Musica&Dischi). E’ stato pubblicato, sempre per la Phoenix, un CD con musiche di V. Mortari inciso con il violinista Carmelo Andriani. L’ultimo suo lavoro discografico, con musiche di Christian Carrara, è stato appena pubblicato per la Stradivarius. Oltre all’attività solistica, svolge attività di Duo pianistico (2 pianoforti) con sua moglie Paola Bruni, formazione con cui ha debuttato a Seul (Sud-Korea – Seoul, Kumho Recital Hall) nel Novembre 2001 ed a Johannesburg (Sud Africa) con la Johannesburg Philharmonic Orchestra nell’Agosto 2003. Il Duo è stato inoltre invitato, nel dicembre 2005, a suonare nella prestigiosa Fazioli Concert Hall E’ da segnalare la sua recente collaborazione con il prestigioso violinista spagnolo Felix Ayo che è stata accolta da un entusiastico consenso di pubblico e critica. Tra i suoi ultimi impegni figura l’esecuzione del Concerto per due pianoforti e orchestra di Poulenc in duo con il grande pianista, e suo maestro, Aldo Ciccolini e il suo debutto alla Carnegie Hall di New York (Stern Hall) ed in Giappone (Nagoya), concerti salutati con una standing ovation dal pubblico americano e giapponese. Tra la fine del 2009 e la prima parte del 2010, tra gli altri concerti, è da segnalare il suo ritorno a New York (novembre 2009), l’esecuzione del 5? Concerto di Beethoven con l’Orchestra Filarmonica di Kiev (Cesena-dicembre 2009) e, nel Marzo 2010, una tournée di straordinario successo in Germania con la Nordwestdeutsche Philharmonie, che ha toccato varie città tedesche per concludersi a Milano in Sala Verdi per la Società dei Concerti con l’esecuzione del Concerto op.59 di Moszkowski. Invitato spesso nella giuria di Concorsi nazionali ed internazionali, ha tenuto masterclasses in Italia, Francia, USA, New Orleans e Corea del Sud. E’ docente di Pianoforte Principale presso il Conservatorio ‘Piccinni’ di Bari ed è Direttore Artistico dell’Associazione Amici della Musica ‘M. Giuliani’ di Barletta e del Barletta Piano Festival. Suoi allievi sono risultati vincitori di competizioni nazionali ed internazionali.

teatro