Ti trovi qui:

Home

Leo Nucci

Leo Nucci

Baritono

È nato a Castiglione dei Pepoli (Bologna) nel 1942, ma vive a Lodi città natale di sua moglie, Adriana. Dopo aver vinto numerosi concorsi, nel 1967 debutta al Teatro Sperimentale (A.Belli) di Spoleto come Figaro ne Il barbiere di Siviglia di Rossini. Ha studiato canto con il M° Mario Bigazzi – tuttora suo prezioso consigliere vocale, perfezionandosi poi a Bologna con M° Giuseppe Marchesi.
Dopo avere interrotta la carriera nel 1970, è stato convinto a continuare dal M° Ottaviano Bizzarri.
Dal suo debutto nel 1977 con Il barbiere di Siviglia (Figaro), ha cantato costantemente al Teatro alla Scala di Milano, partecipando a due inaugurazioni di stagione.
Come baritono di riferimento nell’anno verdiano 2001 ha cantato Il Trovatore, Rigoletto, Macbeth e Otello. Per la Scala ha inciso Don Carlo, due edizioni di Aida, Il barbiere di Siviglia, Simon Boccanegra, Il trovatore, Otello, Tosca, Gianni Schicchi, con direttori quali Claudio Abbado, Riccardo Chailly, Riccardo Muti, Lorin Maazel, Sir Georg Solti.

Nel 2007 si è esibito in un concerto storico in occasione dei 30 anni di carriera al Teatro alla Scala, evento che è stato pubblicato in DVD (“Leo Nucci: Trent`anni alla Scala”, produttore Cmajor).
Nel 1979 ha debuttato alla Staatsoper di Vienna con Figaro ne Il barbiere di Siviglia. In questo teatro ha cantato quasi 300 recite ed effettuato diverse registrazioni, ricevendo l’onorificenza di “Kammersänger” e “Ehrenmitglied”.

Al Metropolitan di New York ha debuttato nel 1980 in Un ballo in maschera, cantando nei piu’ grandi ruoli. Ha partecipato a numerose nuove produzioni, registrando Un ballo in maschera, La Forzoa del destino, L'elisir d'amore e Il barbiere di Siviglia, oltre a diversi concerti di gala.

Al Covent Garden di Londra ha debuttato nel 1978 in Luisa Miller: da allora, anche con questo teatro mantiene una costante collaborazione, con recite e registrazioni.
All’Arena di Verona ha cantato per 31 anni, esibendosi in piu’ di 100 recite, interpretando per 9 edizioni il ruolo di Rigoletto sulle 14 della storia dell`Arena di Verona e incidendo vari DVD.
Probabilmente è l’unico baritono nella storia ad aver cantato Rigoletto in tutti i piu’ importanti teatri nel mondo, con un totale di piu’ di 450 recite ufficiali.
Ha cantato in quasi tutto il mondo, ma negli ultimi anni ha preso come “casa” di riferimento il Teatro alla Scala di Milano, l’Opernhaus di Zurigo (debutto con Luisa Miller nel 1982) e il Regio di Parma (debutto nel 1967), dove di recente gli è stata conferita la cittadinanza onoraria. Con questi tre teatri mantiene tuttora un rapporto particolare, partecipando a moltissime nuove produzioni.
Ha inciso sotto la direzione di Herbert von Karajan, Sir Georg Solti, Riccardo Muti, Claudio Abbado, Carlos Kleiber, Lorin Maazel, Riccardo Chailly, James Levine, Zubin Mehta, Carlo Maria Giulini, Giuseppe Patané, Nello Santi, Bruno Bartoletti, Daniel Oren, collaborando con i colleghi piu’ illustri del mondo della lirica. Ha interpretato due film-opera: Macbeth di Claude D`Anna presentato al Festival di Cannes nel 1987 e Il barbiere di Siviglia.

Di recente è uscito un libro a lui dedicato: “Leo Nucci, un baritono per caso”, di Achille Mascheroni, edizione Azzali di Parma.

Per il suo modo di credere nella vita e negli uomini, collabora per la gestione professionale unicamente con (l`agente) Mario Dradi, al quale è legato da antica amicizia, risalente a prima della carriera.

teatro