Ti trovi qui:

Home

Simon Boccanegra

Simon Boccanegra

opera

Simon Boccanegra
Musica di Giuseppe Verdi

Melodramma in un prologo e tre atti. Libretto di Francesco Maria Piave, dal dramma Simón Bocanegra di Antonio García-Gutiérrez

Prima rappresentazione: Venezia, Teatro La Fenice, 12 marzo 1857 (seconda versione: Milano, Teatro alla Scala, 24 marzo 1881)

Illustrazioni: Rafal Olbinski


Martedì 21 maggio ore 21.00 Turno A
Venerdì 24 maggio ore 21.00 Turno B
Lunedì 27 maggio ore 21.00 Turno C 



Direttore d'Orchestra Daniel Oren
Regia Riccardo Canessa
Maestro del Coro Luigi Petrozziello
Scene e costumi Alfredo Troisi
Artista video  Jean Baptiste Warluzel
Personaggi Interpreti  
Simon Boccanegra Leo Nucci  
Maria Boccanegra Eglise Gutiérrez  
Jacopo Fiesco Carlo Colombara  
Gabriele Adorno Fabo Sartori  
Paolo Albiani Dimitri Platanias  
Pietro/popolano Carlo Striuli  
Capitano dei balestrieri Francesco Pittari  
Orchestra Orchestra Filarmonica Salernitana Giuseppe Verdi  
Coro Coro del Teatro dell'Opera di Salerno  
     
  Nuovo allestimento del Teatro "Giuseppe Verdi" di Salerno  

Soggetto

Le tinte fosche  di un dramma privato che si consuma  sullo sfondo della guerra civile attirano l'attenzione compositiva di Verdi , lungamente stimolata dal librettista Francesco Maria Piave, quando nel 1886 il Tetro La Fenice di Venezia gli commissiona una nuova opera. Il dramma Simon Boccanegra, mai tradotto in italiano, arriva - come già successo con  il Trovatore- dalla penna di Antonio García Gutiérrez  e racconta la vita di Simone Boccanegra, corsaro genovese che nel Trecento riuscì a salire al trono dogale, costellata di eventi tragici che si consumano in  un turbine di passioni subdole, giochi di potere e congiure politiche.
La prima va in scena il 12 marzo del 1857 e l'insuccesso è clamoroso, quasi come quello de La traviata quattro anni prima.
Ventidue anni più tardi, sotto suggerimento dell?editore e amico Ricordi, Verdi riprende in mano la vecchia partitura del Simon Boccanegra, rivolgendosi ad Arrigo Boito per le modifiche da apportare al libretto di Piave. Il primo atto viene completamente rivisto, per il quale Verdi viene ispirato da due lettere di Francesco Petrarca, una indirizzata al Doge di Genova, Boccanegra appunto, e l'altra a quello di Venezia, che condannavano le lotte fratricide tra le due Repubbliche; la lettera di Petrarca dovrà comparire non solo nel testo del libretto, ma anche sulla scena. Con queste e altre modifiche il nuovo Simon Boccanegra va in scena alla Scala di Milano il 24 marzo del 1881. 

teatro