Home

Prosa

Massimo Ranieri in Malia

Massimo Ranieri in Malia

da giovedì 10 ottobre a sabato 12 ottobre (ore 21) domenica 13 ottobre (ore 18)

STAGIONE DI PROSA 2019-2020

MASSIMO RANIERI
rivisita i grandi classici della canzone napoletana
MALIA NAPOLETANA
NOTTI SPLENDENTI
               
 

Sul palcoscenico una band di stelle della musica italiana

Stefano Di Battista - sax
Sebi Burgio - pianoforte
Riccardo Fioravanti - contrabbasso
Marco Brioschi - tromba
Stefano Bagnoli - batteria

Massimo Ranieri, uno dei più grandi interpreti della canzone italiana, sulla scia delo straordinario successo del suo nuovo album Malìa, torna al teatro Verdi di Salerno con un concerto unico dedicato a tutti gli amanti della musica d'autore. Un viaggio attraverso i grandi classici della canzone napoletana, rivisitati in chiave jazz con l'accompagnamento sul palcoscenico di alcuni dei più grandi musicisti italiani, che faranno rivivere la atmosfere dei favolosi anni '50 e '60. Da Malafemmena di Totò a Dove sta Zazà, passando per Strada 'nfosa di Modugno e Torero di Carosone, Ranieri arriva al secondo capitolo del suo personale viaggio nella canzone napoletana declinata in versione jazz, iniziato nel 2015 con l'album Malia - Napoli 1950-1960.
Non tralascia, però, i suoi successi di sempre da Rose rosse a Perdere l'amore, da Vent'anni ad Erba di Casa Mia. L'artista sarà accompagnato in questo inedito percorso da una rinnovata formazione composta da perle della musica italiana quali Stefano Di Battista ai sassofoni, Marco Brioschi alla tromba, Sebi Burgio al pianoforte, Riccardo Fioravanti al contrabbasso e Stefano Bagnoli alla batteria. Malìa, realizzato con la produzione di Mauro Pagani e l'organizzazione generale di Marco De Antoniis, sorprende per originalità.
Nella loro rielaborazione, morbida e spesso intessuta di assoli ammalianti, i brani acquistano nuova eleganza grazie alla voce dell'artista, dando vita a un mix ironico e frizzante tipico dell'espressività partenopea, ma al tempo stesso ricercato e pieno di sfumature dal sapore americano. Ne viene fuori un lavoro delicato, gentile ed aggraziato, dove la voce di Ranieri disegna emozioni che, dal vivo, diventano ancora più intense.

dettagli evento

Tipo

Prosa

acquista biglietti

teatro