Ti trovi qui:

Home

News

06/08/2010

L'esordio di Matteo Il suo Nemorino al "Verdi" con i grandi

Città di Salerno, 08/06/2010

Battesimo con i grandi della lirica stasera al Verdi per il giovane tenore Matteo Macchioni: L’Elisir d’amore di Gaetano Donizetti, infatti, avrá la regia di Michele Mirabella e Daniel Oren dirigerá l’Orchestra filarmonica "Giuseppe Verdi" ed il coro del Massimo. La soprano Aleksandra Kurzak sará Adina, il basso buffo Ambrogio Maestri, il dottor Dulcamara e Alberto Gazale, Belcore. • Stellare dunque il cast ma inevitabilmente i riflettori saranno puntati su Matteo Macchioni, che sará Nemorino. Dopo essersi fatto notare nel talent show "Amici", è stato scritturato da Oren. • Come si prepara ad affrontare il debutto? • «Nell’unico modo possibile: studio, studio, studio. Sento gran fifa, ma quella non fa mai male. Anche i grandi, prima di entrare in scena hanno un po’ di paura, ma, credo, appena inizierò a cantare mi rilasserò. Mi sento preparato all’esordio, ho studiato tantissimo, ho assistito a tutte le prove dell’altro cast ed il tenore spagnolo Celso Albelo, che mi ha preceduto come Nemorino, mi ha insegnato tantissimo». • E’ a Salerno giá da giorni. Un giudizio sul Verdi, su Oren e sulla cittá. • «Salerno mi ha accolto molto bene, la gente è molto gentile ed ho scoperto che qui si vive bene. In teatro è filato tutto liscio, c’è un clima molto cordiale, tutti mi hanno dato una mano, dai cantanti al regista Mirabella, che è una persona fantastica. Che dire di Oren? Mi ha voluto qui, nel suo teatro. Gli devo tutto». • Dopo il Nemorino timido, appassionato e puro di Celso Albelo, come sará il suo? • «Darò al personaggio il mio carattere timido e semplice, punto su freschezza e vena umoristica. Anche io sono di origini campagnole, sará facile vestire i suoi panni». • E dopo il Verdi? • «Non solo lirica. Sono anche un cantante pop e sto lavorando alla produzione del mio primo cd che uscirá in autunno per la Sugar di Caterina Caselli. In estate sarò in tour con "Amici" e, incrocio le dita, ho contatti per un’altra opera».
Paola Primicerio

Città di Salerno - pag.47, 08/06/2010 (www.lacittadisalerno.it)

 


teatro