Ti trovi qui:

Home

News

06/08/2010

Amici, Matteo Macchioni: 'Elisir d'amore' Il tenore lanciato dal programma di Maria De Filippi alla prova del Teatro di Salerno

Voce d'Italia, 8/6/2010

Gli hanno fatto aprire un blog su TgCom per tenere sempre informati i fans che lo seguono da mesi. E ora che Matteo Macchioni si prepara a salire sul palco del Teatro Verdi di Salerno per ‘Elisir d’amore’, il sogno si sta quasi avverando. Inizia scrivendo: “Sono passati solo due mesi dalla fine di ‘Amici 9’, ma di cose ne sono successe tante… Contrariamente a quanto dovrebbe fare un ragazzo subito dopo un talent show, io ho trascorso aprile e maggio a studiare con il mio maestro di tecnica vocale Claude Thiolas e con il maestro di spartito Sergio La Stella, che è stato mio vocal coach all’interno del programma”. Quindi Matteo racconta l’emozione di esibirsi a Salerno, in un Teatro vero e proprio: “Ora, dopo le prime prove, mi aspetta il rush finale e poi la ‘prima’ l’8 giugno. Sul podio ci sarà il maestro Daniel Oren. L’ho conosciuto in maggio a Roma per poi rivederlo durante la conferenza stampa di presentazione dell’opera a Salerno. Debuttare sotto una così grande ‘bacchetta’ – scrive Matteo – è un privilegio e una grandissima opportunità!!! Sto facendo davvero il massimo per coglierla al meglio, e per non tradire la grande fiducia riposta nel mio talento. Che dire, un anno fa non avrei mai pensato di trovarmi in una situazione così bella!”. Quindi i ringraziamenti, “ad ‘Amici’, a Maria De Filippi e a chi mi ha sostenuto unitamente alla Sugar che sta investendo su di me… avanti a tutto vapore!”.

Martedì mattina, a poche ore dalla ‘prima’, Matteo si concede ancora un po’ alla tastiera e allo schermo del pc: “Ho avuto un brivido prima di mettere piede sul palcoscenico, che però è sparito subito. Mi succede ogni volta prima di una performance, sia essa una prova o un vero live. C’è chi dice che nel momento in cui un artista non ha più la ‘strizza’ non è più un artista. In questo caso io dovrei considerarmi fortunato, perché quella è l’unica sensazione, l’unica emozione cui non riesco a porre rimedio. E’ un istinto viscerale che ti dice: ‘Ma chi te l’ha fatto fare!’. Poi, come ho detto, se ne va via tutto quando canto”.
D.D.

Voce d'Italia, 8/6/2010  (www.voceditalia.it)

 


teatro