Ti trovi qui:

Home

News

03/06/2012

Traviata e Aida nella stagione lirica del teatro Verdi di Salerno: si parte

la Città, 6/03/2012

Traviata e Aida nella stagione lirica del teatro Verdi di Salerno: si parte

Sarà presentato venerdì prossimo il cartellone della nuova stagione lirica del Teatro Verdi. L?amministrazione, sembra, preferisce la strada della sobrietà rinunciando alla conferenza stampa romana, come era di consueto da qualche anno.
Cinque opere liriche, un?opera concerto e poi i consueti concerti sinfonici. Ad aprire sarà "La Traviata" il 14 aprile alla quale faranno seguito le opere: "I pescatori di perle", "La Gioconda", "Madama Butterfly" e "Aida" che chiuderà a dicembre. "Robert le diable" è invece l?opera concerto che sarà rappresentata il 23 maggio. Il costo dell?intera stagione è di tre milioni e mezzo di euro. Pochissimi i dettagli del cartellone, che ripropone opere già allestite al Massimo cittadino ma, ovviamente, in nuove produzioni.
E? il caso de "La Traviata" di Verdi già messa in scena nel 2008 con la regia di Franco Zeffirelli, per la quale il teatro salernitano sta lavorando ad una nuova produzione che vedrà sul palco il soprano salernitano Maria Giovanna Agresta che ben figurò nell?interpretazione di Leonora ne "Il Trovatore", sostituendo la collega russa Dimitra Theodossiou. Anche "Madama Butterfly" (di Puccini) e "Aida" (sempre di Verdi) furono già portate in scena, la prima nel 2007 in un particolare allestimento del regista francese Danile Bnoin con l?incantevole voce del soprano cinese Hui He e la seconda nel 2009 sempre con la regia firmata da Zeffirelli. Dal Verdi rassicurano che "Madama Butterfly" (in scena dal 28 novembre al 2 dicembre) sarà un allestimento classico nulla invece trapela sull?allestimento di "Aida". A parte le opere più conosciute, la direzione di Daniel Oren (affiancato come sempre da Antonio Marzullo e Rosalba Lo Iudice) punterà i riflettori anche su opere meno famose ma altrettanto interessanti.
Si tratta de "I pescatori di perle" (dal 16 al 20 maggio) di Georges Bizet, su libretto di Michel Carré e Eugène Cormon, considerata il primo capolavoro operistico di Bizet, che all?epoca non aveva ancora compiuto i 25 anni. Ed ancora "La Gioconda" (dal 17 al 21 ottobre) di Amilcare Ponchielli su libretto di Arrigo Boito, un?opera in quattro atti ambientati nella Venezia del diciassettesimo secolo, che debutto alla Scala di Milano nell?a prile del 1876. Infine "Robert le diable" di Giacomo Meyerbeer, spesso considerata come il primo esempio di Grand opéra che sarà rappresentata in una riduzione in forma concerto. 

Carlo Pecoraro

la Città, 6/03/2012 http://lacittadisalerno.gelocal.it

 


teatro