Ti trovi qui:

Home

News

Roberto De Simone ritorna al teatro Verdi

la Città, salerno 26/09/2014

?Combattimento e Storia di un Soldato? dal primo ottobre al Massimo. Oren: «Ospitiamo un amico e un artista completo»

SALERNO. ?Con la terza opera in cartellone il Massimo salernitano ospita uno degli artisti più completi e poliedrici, mio collega e amico con il quale ho condiviso anni di lavoro appassionato: Roberto De Simone?. Così Daniel Oren, direttore artistico del Verdi di Salerno, commenta l?allestimento di ?Combattimento e Storia di un Soldato?, per la regia proprio del maestro De Simone, musicologo e studioso della cultura del Sud. In questa produzione si crea una sorta di fusione tra due opere di sensibilità e autori diversi: il Combattimento di Tancredi e Clorinda di Claudio Monteverdi e l'Histoire du soldat di Igor Stravinskij.
Il risultato è un viaggio d?armi e di amori dentro il cuore dell?epica senza tempo. Si tratta di una rappresentazione originale ed innovativa, con incursioni di musica rap nella partitura di Stravinskij con la quale il Lirico salernitano si spinge oltre i confini delle opere di tradizione per sperimentare, così come richiesto ai Teatri di Tradizione, nuove forme d'arte musicale. Lo spettacolo andrà in scena da mercoledì 1 ottobre, con repliche venerdì 3 e domenica 5 ottobre. Oltre alla regia, De Simone ha curato la revisione e l?orchestrazione che fonde le due opere. Il tragico duello d?amore cavalleresco di Monteverdi si rifà alle vicende narrate nel canto XII della Gerusalemme liberata, in cui il cavaliere cristiano Tancredi, innamorato di Clorinda, guerriera musulmana, viene costretto dalla sorte a battersi in duello proprio con lei e ad ucciderla. Nell?Histoire du soldat, invece, Stravinskij - che la compose nel 1918 - proponeva un intreccio teatrale che comprende dei balletti, una musica da camera e un racconto ispirato al mito di Faust.
Nel valzer di soluzioni musicali, scenografiche e vocali che il grande musicista napoletano ha saputo trovare, ora le due opere torneranno a rivivere insieme a Salerno.
Lo spettacolo verrà presentato lunedì 29 settembre nel corso di una conferenza stampa a Palazzo di Città, alle ore 10; alla presenza dello stesso De Simone e del sindaco di Salerno, Vincenzo De Luca. A dirigere l'Orchestra Filarmonica Salernitana Giuseppe Verdi sarà Renato Piemontese. Regista collaboratore Mariano Bauduin. Personaggi interpreti: Cantastorie Raffaello Converso, Vincenzo Pirrotta; Tancredi Enrico Vicinanza; Clorinda Minni Diodati; Soldato Raffaello Converso; Diavolo Vincenzo Pirrotta; Tre lettori Paolo Romano, Alessandro Caricchia e Marco Caricchia; couplets Maurizio Murano, Biagio Abenante ed Enrico Vicinanza.
Tra gli interpreti spicca Pirrotta, siciliano autentico, cresciuto tra ?cunti? e ?pupari?, un attore capace di dare voce ai miti ed alle narrazioni più antiche con la sua voce e la sua teatralità potente.

Paolo Romano
la Città, salerno 26/09/2014

 


teatro